Guidorizzi al “Balbo”

9 marzo 2018, ore  11:00-13-:00

Prima conferenza del Quarto Certamen Giovanni Reale quest’anno dedicato a “La guerra e Classici” ieri in Aula Magna:  Giulio Guidorizzi ha illustrato I colori dell’anima (Cortina 2017), le passioni nella Grecia antica; Sara Novarese (IIB) ha recitato il monologo di Cassandra posto da Guidorizzi nell’epilogo di Io Agamennone (Einaudi 2016), Benedetta Rasulo (IIB) ha interpretato Clitemnestra in un monologo scritto da lei stessa. Il Grecista milanese ha analizzato le tante parole usate dal Greco a indicare l’io e gli impulsi individuali, ha esaminato l’unione di istinto e coscienza che genera le emozioni, le passioni che danno  una storia alle emozioni. E ancora Achille, Agamennone e gli altri eroi cantati da Omero, Medea Fedra  Antigone e i miti riveduti dai tragici. Infine ha letto i colori e le immagini del  canto delle sirene in cui Ulisse rivive la sua storia (dall’ultimo lavoro di prossima pubblicazione). Prossimo appuntamento  venerdì 13 aprile alle 15:00 con Mossano, Salvi e le parole e la musica di Fabrizio de André.

Il triennio del Classico incontra, grazie all’invito rivoltogli dal nostro alunno Luca Cornaglia della classe IIB del Liceo Classico, Giulio Guidorizzi, Docente Ordinario di Letteratura Greca all’Unievrsità di Torino, con una conferenza che prende il titolo dal suo ultimo saggio, ‘I colori dell’anima. I Greci e le passioni’, sul quale idocenti hsnno lavorato nelle classi, partendo dalla didattica e dagli argomenti in fase di svolgimento. Si tratta del primo appuntamento del Ciclo di conferenze nell’ambito del Quarto Certamen in memoria di Giovanni Reale, dal titolo ‘La Grecia e i classici’, che proseguirà con vari appuntamenti e conferenze e con la gara di traduzione il 2 maggio 2018. L’evento conclusivo sarà l’8 maggio 2018 con la Lectio Magistralis di Alessandro Barbero, sul suo ultimo volume ‘Caporetto’, seguita dalla premiazione dei vincitori del Certamen

Giulio Guidorizzi, grecista, traduttore, studioso di mitologia classica e di antropologia del mondo antico è professore ordinario di Letteratura Greca presso l’Università di Torino.

Tra le sue opere, l’edizione delle Baccanti di Euripide (1989) e delle Nuvole di Aristofane (1995), un commento all’ Edipo a Colono di Sofocle (2007), le traduzioni della Biblioteca di Apollodoro (1995), dei Miti di Igino (2001) e dell’Anonimo del Sublime (1993).

Opere di saggistica: Letteratura Greca (2003); Il Mito di Edipo (con Maurizio Bettini, 2004); Il mito greco (due volumi, 2009-2012); Ai confini dell’anima – I Greci e la follia (2010); Corpi gloriosi – Eroi greci e santi cristiani (con Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri, 2012); Il compagno dell’anima – I Greci e il sogno (premio Viareggio-Répaci 2013 per la saggistica); La trama segreta del mondo (2015); io, Agamennone (2016); I colori dell’anima – I Greci e le passioni (2017).

Autore di manuali per la scuola, di letteratura e di storia, è condirettore della rivista Studi Italiani di Filologia Classica (con Alessandro Barchiesi).

Giulio Guidorizzi is an anthropologist of the ancient world and a scholar of greek literature and classical mythology; he is full professor of Greek Literature at Turin University.

He has edited and translated, amongst others, Euripides’ Bacchae (1989), Aristophanes’ Clouds (1995), Apollodorus’ Bibliotheca (1995), Hyginus’Fables (2001) and the treatise On the Sublime; and he has published a commentary on Sophocles’ Œdipus at Colonus (2007).

He has written, amongst other books:
Letteratura Greca (2003); Il Mito di Edipo (with Maurizio Bettini, 2004); Il mito greco (two volumes, 2009-2012); Ai confini dell’anima – I Greci e la follia (2010); Corpi gloriosi – Eroi greci e santi cristiani (with Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri, 2012); Il compagno dell’anima – I Greci e il sogno (Viareggio-Répaci Prize 2013, non-fiction section); La trama segreta del mondo (2015); io, Agamennone (2016); I colori dell’anima – I Greci e le passioni (2017).

Visite (137)