“Intervistando si impara”

Laura Tibaldi, 4 C Linguistico, vincitrice del concorso promosso dall’’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, ha proposto, per l’anno scolastico 2017-2018, la quarta edizione del contest “AllenaMenti quotidiani: intervistando s’impara”.

Concorso “AllenaMenti quotidiani: intervistando si impara”

Il Balbo premiato per un progetto che valorizza il Museo Civico

Nei giorni scorsi sono stati premiati a Torino gli studenti vincitori del concorso “Allenamenti Quotidiani: intervistando si impara”, promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dalla Fondazione CRT in Piemonte e Valle d’Aosta, per l’iniziativa “Il Quotidiano in Classe” sviluppata nell’ambito del progetto Diderot.

Quest’anno hanno preso parte all’iniziativa  circa 5.000 ragazzi delle scuole secondarie superiori di Piemonte e Valle D’Aosta, e tra le vincitrici c’è l’Istituto C.Balbo di Casale, con Laura Tibaldi della classe 4a C Linguistico.
La studentessa ha presentato un progetto sulla Pinacoteca e Gipsoteca del Museo Civico di Casale, a seguito di una visita fatta con la scuola lo scorso Dicembre. In questo elaborato si valutano i vari aspetti della struttura del museo: la sua posizione strategica nel cuore della città,  gli spazi di accesso, l’ampio cortile e locali disponibili.
Ha poi lavorato ad una strategia di promozione, finalizzata ad incrementare l’attrattività e l’affluenza soprattutto tra i giovani, suggerendo un più ampio utilizzo dei social (Instagram e Facebook), aree a disposizione dei ragazzi, come sale studio o di co-working, una caffetteria, e laboratori per giovani artisti. Il focus dell’elaborato di Laura parte da un’opera della Gipsoteca, la scultura “Gli amanti” che per lei è stata di forte impatto emotivo e ne ha quindi valutato alcuni aspetti. Da qui potrebbe nascere una story-teller, si tratta cioè di creare una storia legata alle varie sfaccettature dell’amore e dei sentimenti incentivando i giovani ad elaborare idee, progetti ed eventi. Ad esempio “lanciare un hashtag”, un’etichetta, un aggregatore tematico a quest’opera, per dare una veste più dinamica e moderna ad una struttura che ha ancora così tanto da offrire (#ancheCasalehaIsuoiGiulietta&Romeo). Molti potrebbero essere gli eventi letterari, musicali, e artistici che diventerebbero un appuntamento fisso, come ad esempio il 14 Febbraio, la festa degli innamorati.
Il progetto infine esamina il rapporto con il territorio e gli eventi enogastronomici ai quali il Museo potrebbe legarsi e valutando la posizione strategica della città, auspica che possa anche far parte di un circuito di mostre itineranti importanti e di prestigio.
I ragazzi vincitori, prima della premiazione, hanno potuto intervistare i responsabili di istituzioni di punta della cultura:

Cristiano Chiarot, Sovraintendente del Maggio Musicale fiorentino, che ha incontrato i ragazzi del Vinci-Migliara; il direttore di Palazzo Strozzi, Arturo Galansino, intervistato dal Balbo di Casale e infine Sergio Escobar,  direttore del Piccolo Teatro di Milano.

Laura Tibaldi a Firenze ha potuto approfondire con il dott. Galansino alcuni aspetti legati al l’affluenza dei giovani ai musei, constatando come a Palazzo Strozzi l’arte moderna e contemporanea, abbia attratto molto ed incrementato il pubblico under 30. Ha poi avuto la conferma che i social hanno un punto di forza nella promozione dell’arte fra i ragazzi, compreso il fatto di come i giovani possono “vivere” il museo non come un semplice contenitore di opere ma anche come luogo di attività e scambi culturali.

Durante la cerimonia di premiazione i ragazzi  hanno ricevuto una targa dalla vicepresidente di Fondazione CRT , Anna Ferrino e da Aligi Cloni, consigliere dell’osservatorio Giovani Editori.

Un riconoscimento prestigioso per l’Istituto C. Balbo

 

Quest’attività è stata rivolta agli studenti di tutte le classi delle scuole secondarie di secondo grado del Piemonte e della Valle d’Aosta, che nell’ambito del progetto “Diderot”della Fondazione CRT partecipano al progetto “Il Quotidiano in Classe”. La finalità del contest in questa nuova edizione è stata quella di sensibilizzare gli alunni verso la valorizzazione e conservazione del patrimonio culturale Italiano.

Nell’ambito del progetto le classi hanno lavorerato in aula studiando e documentandosi per realizzare una strategia di promozione, finalizzata a incrementare il potere d’attrazione degli spazi museali, delle attività teatrali e musicali, a loro scelta e operanti nel nostro Paese, con l’obiettivo di aumentare l’affluenza di pubblico, in particolare quello giovanile. L’approfondimento ha preso spunto dalle pagine dei quotidiani che le classi hanno ricevuto a scuola e dai materiali didattici formativi e informativi digitali realizzati ad hoc per questo contest.

[leggi qui la cronaca della cerimonia di premiazione]

Sono stati premiati a Torino gli studenti vincitori del concorso “Allenamenti Quotidiani: intervistando si impara”, promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dalla Fondazione CRT in Piemonte e Valle d’Aosta, per l’iniziativa “Il Quotidiano in Classe” sviluppata nell’ambito del progetto Diderot.

Si tratta di un progetto promosso da Fondazione CRT con il suo Segretario Generale Massimo Lapucci e che, anno dopo anno, ha ottenuto un successo sempre crescente sul territorio piemontese.

Alla premiazione del concorso, giunto ormai alla quarta edizione, hanno partecipato oltre 200 studenti su un totale di circa 5.000 ragazzi delle scuole secondarie superiori di Piemonte e Valle D’Aosta che hanno preso parte all’iniziativa nell’anno scolastico 2017/2018. In particolare, protagonisti sono stati gli studenti delle tre classi vincitrici del contest di “ALLENAMENTI QUOTIDIANI: INTERVISTANDO SI IMPARA”,la cui finalitàin questa nuova edizione è stata sensibilizzare gli alunni verso la valorizzazione e conservazione del patrimonio culturale Italiano. Le classi hanno infatti lavorato in aula studiando e documentandosi per realizzare una strategia di promozione, finalizzata a incrementare l’attrattività di spazi museali, attività teatrali e musicali (a loro scelta) operanti nel nostro Paese, con l’obiettivo di aumentare l’affluenza di pubblico, in particolare quello giovanile. L’approfondimento ha preso spunto dalle pagine dei quotidiani che le classi hanno ricevuto a scuola nell’ambito dell’iniziativa “Il Quotidiano in Classe” (Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore) e dai materiali didattici formativi e informativi digitali realizzati ad hoc per questo contest. Ciascuna delegazione dei ragazzi delle 3 classi vincitrici ha potuto interagire nei giorni scorsi con i responsabili di tre prestigiose realtà italiane di rilievo internazionale: la Fondazione Maggio Musicale Fiorentino, il Piccolo Teatro di Milano e Palazzo Strozzi a Firenze.

La cerimonia di oggi è stata condotta e moderata dal Responsabile Cultura, Spettacoli e Società de La Stampa Alberto Infelise, e ha visto intervenire in apertura il rappresentante dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori il Consigliere di Amministrazione Aligi Cioni che ha dichiarato: “La vera minaccia è la disinformazione non le notizie false (fake news). Bisogna partire da questa considerazione se si vuole cogliere un punto centrale del problema delle fake news che oggi tutti i media, i social e i giganti del web stanno affrontando. Per l’Osservatorio Giovani-Editori punto di forza per il contrasto alle fake news è lo sviluppo di uno forte spirito critico nei giovani studenti (e non solo), sostenuto da un adeguato bagaglio culturale, e quindi in grado si smascherare notizie false. L’ obbiettivo di concorsi come ”Allenamenti quotidiani: intervistando si impara” è sostanzialmente anche questo. Sensibilizzare gli studenti verso la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale italiano anche attraverso interviste a protagonisti del mondo artistico e culturale come sovrintendenti di istituzioni musicali o direttori di musei e attività teatrali, serve a formare una coscienza critica in grado di analizzare ogni informazione nella sua autenticità. Per questo il termine fake news non coglie la complessità delle tecniche di disinformazione, limitandosi a contrastare la falsità di informazioni, immagini, video, ecc. Uno spirito critico sviluppato, come quello che scuola e iniziative come quelle dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori possono contribuire a formare, offre uno strumento essenziale a smascherare o correggere informazioni ingannevoli. E’ l’unico modo per comprendere un problema così complesso, nel quale ciò che viene veicolato dai media o da social, spesso non attiene a contenuti totalmente falsi ma costruiti mescolando fatti, o parti dei fatti, con informazioni. La distorsione che ne deriva è, a volte ”inconsapevole” ma, più spesso, purtroppo, ”consapevole” e quindi pericolosa più di una notizia totalmente falsa”.

 È intervenuta quindi la Vice Presidente della Fondazione CRT Anna Ferrino che ha affermato: “La Fondazione CRT, in partnership con l’Osservatorio Permanente Giovani Editori, ‘allena’ gli studenti del Piemonte e della Valle d’Aosta a leggere il mondo, fornendo loro un ‘kit’ utile a interpretare la realtà che li circonda: un intervento che va ad affiancarsi, e non a sostituirsi, alla didattica scolastica. Partendo dalla lettura dei quotidiani, i ragazzi si sono confrontati con il valore strategico della comunicazione in ambito culturale, testando in prima persona come possa diventare un potente strumento di promozione e attrattività delle bellezze del nostro Paese”. Le tre delegazioni vincitrici del concorso sono state chiamate dal moderatore a presentare i propri lavori e a mostrare il video registrato in occasione dell’incontro e della visita realizzati nel contest.

1. La prima delegazione vincitrice che ha presentato il proprio elaborato denominato “Inferno o Paradiso” (sugli eventi e le bellezze del territorio di Alessandria) era formata da Irene Nirchio, Alessia Rollino, Xavier Usel dell’Istituto di istruzione secondaria superiore “Vinci-Migliara” di Alessandria, che hanno intervistato il Sovrintendente della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino Cristiano Chiarot.

2. A seguire è stata la volta della delegazione che ha realizzato l’elaborato denominato “Castello Reale di Govone” delle classi IV e V ginnasio sezione C del Liceo “Govone” di Alba, che hanno intervistato Sergio Escobar, Direttore del Piccolo Teatro di Milano.

3. Infine, è toccato alla delegazione che ha messo a punto l’elaborato vincitore denominato Pinacoteca e Gipsoteca del Museo Civico di Casale Monferrato” diLaura Tibaldi della classe IV C Liceo linguistico dell’Istituto d’istruzione superiore “Cesare Balbo” di Casale Monferrato, con l’intervista ad Arturo Galansino, Direttore di Palazzo Strozzi.

Le tre classi vincitrici hanno ricevuto una targa dalla Vice Presidente della Fondazione CRT Anna Ferrino e dal Consigliere di Amministrazione dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Aligi Cioni. Un riconoscimento a un lavoro ben fatto, prezioso e interessante, anche grazie alla collaborazione e alla guida dei docenti: un passo significativo per avvicinare i giovani a un tema importante e non sempre facile, come quello della valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Tema che oggi è stato spiegato dai giovani per i giovani.

Visite (42)