Premiazione “Valore di un sorriso”

Sabato 9 giugno 2018, alla presenza dell’Assessore Ornella Caprioglio, al Vescovo Monsignor Gianni Sacchi, e di moltissimi studenti del biennio dei Licei, si è svolta la IV edizione de ‘Il valore di un sorriso’, un evento istituito dall’Istituto Balbo e fortemente voluto dal Dirigente Scolastico Riccardo Calvo nel giugno 2015, per fare memoria di una nostra straordinaria alunna del Liceo Classico mancata improvvisamente il 1 maggio dello stesso anno, Aurora Degiorgis.

Aurora, come ricorda la prof. Adriana Canepa, si è diplomata con ottimi risultati con una tesina che aveva proprio questo titolo ‘Il valore di un sorriso’, il sorriso che lei regalava a tutti e che, attraverso la scelta di frequentare Scienza della Educazione, voleva portare a chiunque avrebbe incontrato nel suo percorso di insegnante e di educatrice.

Insieme alla famiglia di Aurora ed ai suoi amici più cari che insieme hanno creato l’Associazione ‘Il giardino di Aurora’, la nostra scuola ha ‘inventato’ una giornata dedicata a lei, attribuendo dei premi, delle borse di studio destinate a persone e a studenti che abbiano alcuni dei tratti caratteristici di Aurora: altruismo, generosità, positività, attenzione all’educazione, desiderio di incidere col sorriso sulla realtà per costruire pezzetti di bene e di bello.

L’Associazione ‘Il Giardino di Aurora’ e i suoi genitori hanno elargito una borsa di studio a Giulia Vogliotti, che, ‘come studentessa del Liceo delle Scienze Umane, grazie alla sua grande sensibilità e al suo spirito sereno e libero, ha saputo appassionarsi alla vita e trasmettere passione per la sfida educativa, condividendola  con tutte le persone che incontra, anche attraverso i suoi scritti pubblicati sui social, come l video ‘So stare in piedi di fronte alla vita’  e che sa perseguire con tenacia attività di raccolta fondi per la ricerca sulla sclerosi multipla e la distrofia muscolare dell’Associazione ‘Nemo’’.

L’Istituto Balbo ha elargito, nella stessa mattinata riconoscimenti importanti a due monferrini che con la loro passione per il territorio Monferrato stanno generando punti di incontro e di costruzione di realtà positive. Il primo, Max Biglia, premiato in quanto ‘oggi In qualità di Presidente della Confraternita degli Stolti e per molti  anni come Monferrino entusiasta ed innamorato del proprio territorio, ha saputo appassionare gli alunni del Liceo Balbo e non solo con i Viaggi della Memoria ad Auschwitz, la conoscenza di Gioconda Carmi e Giuseppina Gusmano, con i percorsi di scoperta fotografica enogastronomica e folclorica della nostra cultura, con il sostegno all’Aula Amianto e la valorizzazione del percorso in lingua inglese inserito all’interno del progetto Ca’Mon, e a tante tante altre realtà e storie particolari di bellezza e di bene. Grazie Max: per noi sei davvero speciale ! Ti vogliamo bene. Il secondo, Emanuele Rendo, un ex studente del Liceo Classico Balbo che ‘ha saputo interpretare al meglio gli insegnamenti ricevuti dalla sua famiglia e dal Liceo Classico, con la narrazione di una amicizia che travalica il tempo e le cose ma non i luoghi e le persone. La tua storia con l’amico Rinaldo ha trovato nella passione per la terra il denominatore comune. Vogliamo collaborare con te come studente di agraria e come ‘poeta della campagna’, dotato di leggerezza e di raffinato e personale senso dell’umorismo nella tua importante azione di salvaguardia della memoria e della riproposizione concreta di valori e conoscenze antiche e sempre attuali. Ti siamo riconoscenti perchè con umiltà hai saputo guardare indietro e impartire a tutti noi la grande lezione del mondo contadino’.

A seguire è stata inaugurata la mostra fotografica relativa alle Donne In Monferrato, che ha avuto come cornice la figura di Aurora, i cui ritratti sono stati pubblicati sul ‘Monferrato’  nei mesi di aprile e di maggio, come prodotto finale del progetto di Potenziamento di Comunicazione rivolto alle classi quarte ginnasio del Liceo Classico.

Visite (52)